TERZO SPAZIO - terapia cranio sacrale bellinzona


Vai ai contenuti

PLANTARI PROPRICETTIVI KS

TERAPIE

Plantari propriocettivi KS medicali e sportivi

Il piede è composto da 26 ossa, 20 muscoli,114 legamenti e numerose articolazioni. La sua struttura anatomica è molto complessa ed ha il compito di sostenere il peso corporeo in equilibrio, spostarlo durante la marcia e la corsa e adattarsi a superfici diverse. È chiamato cuore periferico in quanto la sua vascolarizzazione è estremamente importante per il ritorno venoso: la rete nervosa del piede è molto fitta e i nervi sensitivi trasmettono al cervello le informazioni recepite dalla cuta, dai tendini e dalle articolazioni.

Muscoli, apparato visivo, orecchio interno, propriocettori della colonna e dei legamenti e recettori plantari partecipano al mantenimento della postura.

Le funzioni del piede si possono riassumere in:
Funzione motoria attiva per la propulsione,funzione equilibratrice per l’adattamento al terrenoammortizzante durante il passo funzioni tecniche specifiche nelle diverse necessità e discipline sportive
Camminare è composto da due azioni fondamentali: posare il piede a terra, staccarlo dal suolo. Guardando camminare una persona si possono spesso notare spesso alterazioni fisiologiche non indifferenti. I movimenti del piede si effettuano su tre assi principali:trasversale, verticale, antero posteriore. Tre punti di appoggio ossei e plantari determinano i seguenti archi:
Arco trasversale anteriore (5 teste metatarsali)longitudinale laterale (calcagno e testa del V metatarso)longitudinale mediale (calcagno, astragalo, scafoide, cuneiformi e testa del I metatarso

La postura è l’atteggiamento che il corpo assume nello spazio in relazione all’ambiente in cui vive e alla forza di gravità. L’atteggiamento corporeo rispetta quello psichico, il corpo immagazzina le esperienze della vita e le manifesta tramite la postura, cercando di mantenersi nella dimensione fisica chimica e metabolica con una spesa minima e senza dolore.

Quando il corpo deve adattarsi ad un’aggressione o ad un’informazione errata dovuta, per esempio, a calzature non adatte esso cerca di mantenere il suo equilibrio senza dolore. Il sistema nervoso centrale che ha il compito di salvaguardare le funzioni principali e di ricreare l’equilibrio, adatta comportamenti de devianza e deformazioni che condurranno dapprima a una perdita di elasticità e in seguito a una fissazione. L’articolazione lombo sacro iliaca e la cintura atlante occipite sono particolarmente soggette a compensazioni. Nel momento in cui si manifestano alterazioni della postura possiamo trovarci di fronte a disfunzioni viscerali, osteoarticolari, biochimiche , disfunzioni dell’apparato stomatognatico e alterazioni dell’aponeurosi plantare.

Un plantare anatomico ad azione muscolare neuro stimolante, studiato in modo integrale, permette di risolvere in modo semplice e accessibile a tutti, disturbi quali sciatalgie, dolori cervicali, flebologie, patologie odontoiatriche e ortopediche. La stimolazione del piede tramite il plantare KS ha diverse funzioni:
Stimolazione in modo riflesso dei muscoli intrinseci del piede e autocorrezione fisiologica delle anomalie statiche e dinamichecorrettiva funzionale che permette in molti casi la correzione stabile e definitiva del piedepositiva sulla statica e la dinamica corporea tramite la normalizzazione delle tensioni muscolaridel ritorno venoso e linfatico

I plantari KS si adattano ad ogni tipo di scarpa, sono ben accattati dall’organismo e costruiti con materiali atossici e lavabili. Le camere di correzione corrispondono ai principali muscoli della pianta del piede e vengono adattate dopo un attento esame del paziente. I plantari sono riempiti con caucciù, materiale che mantiene la sua elasticità nel tempo. Dopo la messa in opera dei plantari la risposta del corpo è immediata, il paziente corregge automaticamente la sua postura e deambulazione, avvertendo un senso di benessere, in modo particolare alla schiena.


Torna ai contenuti | Torna al menu